Pubblicato il Lascia un commento

“La storia del mondo attraverso le lacrime delle donne…”

Recensione del libro di Antonio Mungo “Il cuore non cambia. Mai!” (Mario Vallone Editore).

“Guardatevi dal far piangere una donna, perché Dio conta le sue lacrime”, ci raccomanda un noto passo del Talmud. Ma cosa vuol dire, davvero, che Dio conta le lacrime delle donne? La domanda percorre il bel film di Lumet “Una estranea fra noi”, ambientato in una comunità chassidica di New York. Una sottile risposta arriva sul finale: vuol dire che le donne capiscono il mondo meglio degli uomini, per questo piangono più spesso.Antonio Mungo, che l’ha ben intuito, nel suo ultimo testo sceglie di raccontare la storia del mondo attraverso le lacrime delle donne, attraverso i moti del sapiente cuore delle donne.

Ed è un cuore infranto in mille specchi che rimandano mille volti (mi si passi la parafrasi della celebre poesia di John Donne): le diverse figure di donne che popolano il libro e che ci parlano con le loro voci, distinte e chiare e struggenti. Sono le donne del mito e del passato, sono donne celebri e donne sconosciute – in questo caso donne immaginarie, che però sono realissima sintesi e personificazione delle tante donne senza nome vissute e viventi. Donne ferite, donne, appunto, dal cuore spezzato, donne che raccontano il proprio dolore. Ne emerge una rappresentazione polifonica e insieme unitaria, perché il cuore, come recita il titolo del libro, non cambia mai, e perché i frammenti del cuore dell’umanità sono, e non possono che essere, i frammenti di un solo cuore infranto.Il testo è un originale, vivido percorso attraverso il nostro passato e la nostra cultura, in cui siamo condotti da personaggi che si presentano a noi in carne e sangue. Al di là dei secoli trascorsi, al di là dei tanti rivolgimenti e mutamenti (talora reali e talora solo apparenza, nuove maschere per vecchi inganni), Antonio Mungo riesce in modo mirabile a trasmettere il senso di ciò che ci accomuna, della nostra humanitas, unica risposta alla disperante atrocità della storia.
Ed ecco che, imprevedibile, da questo testo che racconta il lungo e multiforme dolore delle donne, affiora potente e mai sconfitta la vita. Le heroides di Mungo narrano i loro drammi individuali e insieme la nostra comune tragedia, e allo stesso tempo testimoniano, rivendicano, quasi con orgoglio, a dispetto dei soprusi e delle menzogne (e spesso in queste storie, si noterà, è proprio la menzogna a imbastire il sopruso) che hanno subito e pur non perdonato, l’affermazione e la verità della vita, della passione e della poesia.
Mària Ivano

 

 

Maggiori informazioni sul libro al seguente link: vai alla scheda.

Per acquistare il libro avete diverse possibilità.

  • Coloro che risiedono nel circondario di Tropea-Capo Vaticano possono recarsi presso la mia sede, a San Nicolò, in Via Vaisette (accanto bar Shaker).
  • Coloro che vivono fuori, compresi residenti in area UE, possono adoperare il mio sito, completando l’ordine alla seguente pagina: vai alla scheda.
  • Il libro, ovviamente, è disponibile anche su una miriade di store online tra cui Amazon: Mungo su Amazon (cliccate sulla “dicitura “nuovo” nel box a destra della copertina).
  • Potete anche recarvi in una libreria nel territorio italiano e fornire titolo e nome autore o editore, oppure il seguente codice: 9788831985765. In quest’ultimo caso disponibilità e reperibilità dipende molto da fornitore delle singole librerie, ma se libraio è esperto sa bene come fare per farvelo avere.
  • Altro metodo, riservato soprattutto a coloro che non hanno dimestichezza con acquisti online è contattare direttamente il sottoscritto tramite email, telefono, whatsapp, messenger (nel banner in basso a destra vi sono tutti i miei contatti).

MarioVallone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.