Pubblicato il Lascia un commento

Una rara sensibilità… di Antonio Mungo

Ancora una recensione per il libro “Frammenti di un’anima…” scritto dal prof. Antonio Mungo e da me pubblicato col marchio Mario Vallone Editore.

m.v.

In “Frammenti di un’anima” (edizione Vallone), l’autore riesce, con una rara sensibilità, a mettere a nudo il proprio “animo” e con abilità, a farti catapultare, tra le poesie e i racconti, che altro non sono se non le sue esperienze di vita, che emergono senza un ordine temporale.

Ognuno di noi è individuabile dal proprio vissuto che porta alla caratterizzazione del rispettivo io: la famiglia, la crescita personale, le esperienze di vita, le passioni e gli affetti e gli amori passati e presenti.
Questi, infatti, ci plasmano nel tempo e ci trasformano.

Ecco, l’autore è riuscito ad incapsulare nel libro l’essenza del suo essere, con i toni di chi ha sofferto molto, ma che è sempre riuscito a rimettersi in piedi dopo ogni batosta.

Le tematiche più caratterizzanti sono indubbiamente la vita a Lattarico, il suo paese d’origine; il percorso culturale, di cui significativa, è l’esperienza universitaria a Napoli; il rapporto con i genitori, soprattutto del suo caro papà; i numerosi viaggi e soprattutto quelli in Grecia la sua “seconda casa” ed Israele la meta della spiritualità; il suo amato Telesio, tra le cui mura ha lasciato il cuore.

È stato inevitabile per me, durante la lettura, non provare empatia per l’autore.
Mi sentivo dentro una “giostra emotiva”!

Non mancano, comunque, narrazioni più leggere, ma altrettanto profonde.
Credo sia impossibile, dopo la lettura del libro, non sentirsi un po’ Antonio.

Manuel Mazza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.