Pubblicato il Lascia un commento

Perché questa pubblicazione…

Di seguito “la nota dell’autore” inserita all’inizio del volume “Tesori da valorizzare…”, scritto da Agostino Gennaro e recentemente da me pubblicato col marchio Mario Vallone Editore.

Questa pubblicazione nasce su espressa volontà di Mario Vallone per onorare la terra dei suoi natali, per conservare la memoria dei siti storico- archeologici facilitando la ricerca a coloro che, nelle future generazioni, ne avranno voglia e passione.

Spinti da quel misterioso desiderio, insito in ognuno di noi, per la conoscenza delle proprie origini, ci siamo adoperati, con le nostre modeste capacità, a realizzare questo volume da tramandare alle future generazioni essendo convinti che scoprire e valorizzare la memoria aiuta ad affrontare meglio le sfide del cambiamento e della globalizzazione, a rispettare il territorio, ad avere un progetto più chiaro e scrupoloso per il futuro.

Abbiamo cercato di raccogliere testimonianze scritte e orali intorno alla scoperta dei vari siti di questo lembo di terra la cui ricchezza archeologica supera ogni aspettativa, con il preciso intendimento di tramandare alle future generazioni la cronistoria che ha portato alle scoperte, dare il giusto peso al contributo elargito da operosi nostri concittadini che si sono adoperati, dedicando tempo e sudore, con passione ed abnegazione non per compensi o riconoscimenti, ma solo per l’amore e l’imprescindibile intimo legame nei confronti di questo territorio e la sua storia.
Questo nostro lavoro, in poche parole, vuole essere un modesto contributo per rinvigorire i ricordi negli anziani e stimolare nei giovani la voglia di saperne di più e spingerli ad approfondire le conoscenze sulle antiche vicende della propria terra. E, quel che più ci preme, far capire che gli oggetti conservati nel nostro sottosuolo, sia che vengano alla luce sia che pervengano da necropoli, siti abitativi o quant’altro non sono cose di inutile valore ma rappresentano l’intima essenza propria dell’uomo, che serve all’uomo, esprime la presenza, l’attività, i gusti e i modi d’essere dell’uomo.
Convinti, come afferma il Corsi, che “… La natura cede alla storia, ma la storia si nasconde nella caligine dei tempi che più non sono, poiché le belle opere che non hanno cantore l’oblio ricopre”.

Agostino Gennaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.