Pubblicato il Lascia un commento

La poetica di Mattia Borsotti

La PRESENTAZIONE del libro “Anatomia di un amore. Il mio diario poetico” scritto da Mattia Borsotti (Mario Vallone Editore).

_________________

PRESENTAZIONE

Un diario, un diario poetico, con date e luoghi che ricordano momenti particolari del proprio vissuto attraverso gli anni e il flusso dei mesi e delle stagioni.

“Anatomia di un amore – Il mio diario poetico” di Mattia Borsotti, della forma scritturale del diario ha anzitutto l’annotazione puntuale e precisa, con in più la presenza di un “ché” di poetico che si esibisce in versi sciolti, sobri, calati nel post-moderno.

L’ispirazione e la motivazione a scrivere versi è sempre importante, sia in un giovane come in un adulto o in età avanzata, in quanto denota, in chi li scrive, un percepire dell’anima e del cuore e un affidarsi alla poesia come mezzo per la ricerca, o per la riscoperta di se stessi.

Di fronte a un dolore e a una perdita immani, di fronte ad una gioia incontenibile o in mezzo alla natura: in un bosco, in un prato, in cima a una montagna o sulla riva del mare, al tramonto o all’alba, magari in una grande città come Londra o Milano diventa irresistibile prendere in mano una penna e un foglio bianco e buttare giù tutto quello che si sta vivendo in quegli attimi, cercando anche di dare vivacità poetica a un semplice suono, a un odore, a un colore, allo scroscio della pioggia o al cader della neve, a un raggio di sole o al soffio del vento fra gli alberi, sulle onde o sul davanzale.

Non è mai banale, inutile o irrisorio scrivere versi che ci danno la forza e il coraggio di superare difficoltà di ogni genere e di andare avanti.

La vita è anche e perfino poesia, e va vissuta in quella dimensione profonda e misteriosa che abbraccia l’essere tutto.

Altrimenti non sarebbe completa, e nemmeno libera o quantomeno vivibile.

  Francesca Rita Rombolà   

LINK PER RICHIEDERE IL LIBRO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *