Posted on Lascia un commento

Sonchus oleraceus

Una pagina del libro “Flora spontanea nel circondario di Capo Vaticano” di Franco Laria (Mario Vallone Editore):

Il grespino comune (sonchus oleraceus L., 1753) è una specie di piante spermatofite dicotiledoni appartenenti alla famiglia asteraceae dette anche Compositae.

Etimologia: il nome generico (sonchus) ha probabilmente origine nel periodo classico antico.

Infatti, era usato già ai tempi di Teofrasto e di Plinio poncho, molle, spugnoso per la caratteristica del fusto fistoloso e debole.

Il nome specifico (oleraceus) deriva dal latino olus, verdura, ortaggio, e significa quindi dell’orto o degli ortaggi e ricorda le erbe selvatiche commestibili (uno dei nomi comuni italiani di questa pianta è crespino degli orti).

Proprietà ed utilizzi. Specie commestibile: ottima pianta commestibile, allo stato giovanile, cruda in insalata, mista ad altre erbe di campo, oppure lessata, usata quale contorno, condita con olio e limone o passata in padella.

Questa pianta veniva impiegata in erboristeria per le sue proprietà depurative, diuretiche, epatodetossi­canti e soprattutto per la sua azione coleretica (stimolante la bile), ma oggi quasi completamente trascurata. La radice si usava, una volta tostata, quale miscellanea per il caffè.

Curiosità: pianta conosciuta fin dall’antichità, Plinio il Vecchio, infatti, ci tramanda che Teseo, prima di inoltrarsi nel labirinto per uccidere il Minotauro, si nutrì con un bel piatto di grespino comune.

VAI ALLA SCHEDA DEL LIBRO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *