Pubblicato il

La poetica di Andrea Runco

Ricevo e pubblico una RECENSIONE DELLA RACCOLTA DI POESIE “Hjuri d’ogni tempu” di Andrea Runco.

La raccolta di poesie di Andrea Runco ci regala uno sguardo su un mondo che ci appare quasi arcaico e lontano, un mondo contadino, i cui valori tramandati tra padre in figlio risultano però sempre attuali.

Il linguaggio vernacolare, lessico familiare, intimo e viscerale, è intriso dalla dolcezza e dalla tenerezza dei ricordi d’infanzia, che scorrono sul filo della memoria con le immagini della festa di paese e del braciere, fulcro di luce e di calore, attorno a cui riunirsi, che si alternano a temi sempre attuali, come quello della migrazione forzata.

La cifra stilistica della sua poesia è caratterizzata dalla delicatezza mista alla nostalgia del racconto della sua vita, che prende vigore e diventa denuncia sociale quando parla delle carenze che affliggono la sua terra e dell’inconcludenza dei politici che l’amministrano. La raccolta di liriche diventa così uno scrigno, in cui vengono fissati nel tempo, com gemme, i ricordo e le esperienze della sua storia personale, che si intreccia a quella della sua terra, con la sua lingu e le sue tradizioni.

Non manca un doveroso omaggio agli illustri poeti calabresi che hanno cantato l’amore per la propria terra, con i suoi dolori e le sue bellezze.

Giovanni Lo Presti

ALTRE INFO SUL LIBRO: VAI ALLA SCHEDA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *