Pubblicato il

Il libro di Michele Furchì a Santa Domenica

Gremitissimo il salone dei locali parrocchiali di Santa Domenica di Ricadi, domenica 26 agosto, per la presentazione del libro “Una vendetta sbagliata. Campo e Barraccoti”, scritto da Michele Furchì.

Il volume è stato pubblicato da me pochi giorni fa.

Durante la presentazione, che ho avuto l’onore di moderare, al tavolo dei relatori sono intervenuti: Franco Saragò del circolo Legambiente di Ricadi; il sindacalista Ennio Furchì; lo storico don Pasquale Russo.

Saragò ha incentrato il suo intervento sul rapporto di amicizia che lo lega all’autore e sull’enfasi che Furchì impiega nella descrizione dei luoghi e dei personaggi.

Ennio Furchì ha messo in evidenza il rapporto d’amore tra i due protagonisti del volume e la personalità di alcune figure presenti nel racconto. Su tutti: la madre del protagoni; e il “puparo”che, specie in una fase del racconto, manovra i fatti e le circostanze.

“Lo sfondo di questo romanzo – ha spiegato ai presenti don Pasquale Russo – è la società locale del primo Novecento. Non è storia. Mancano i documenti, le verifiche, le interpretazioni. E’ cronaca rivisitata fantasticamente tenendo presenti fatti e personaggi reali. Non c’è nostalgia per il passato di povertà e soprusi – ha aggiunto don Russo –  ma sconcerto e amarezza per l’appannarsi e la scomparsa di valori fondamentali della comunità. Si tratta di una realtà rurale che obbedisce a codici atavici che i tempi dissolvono nelle contraddizioni crescenti, una struttura sociale arcaica che non riesce a produrre uno statuto giuridico di garanzie, una realtà sociale fondata sulle relazioni e non sulle competenze e sui ruoli. Lo sguardo di Michele si pone con partecipazione e passione sul piccolo mondo paesano come per accompagnarne l’uscita verso un mondo più giusto che non perda però l’umanità che lo sostiene.”

Ha concluso la serata, dopo un partecipato dibattito con il pubblico, un emozionatissimo Michele Furchì al quale la sua comunità di appartenenza ha reso un magnifico omaggio riempiendo la sala ed esternando verso l’autore ripetuti complimenti e ringraziamenti.

PER RICHIEDERE IL LIBRO VISITA IL SEGUENTE LINK: VAI AL SITO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *